Nessun prodotto nel carrello

SHOP

LIBRI

Art Shop
Il Grande Museo del Duomo

Ricerca avanzata

L'amore, l'arte e la grazia

Raffaello: la Madonna del Cardellino restaurata

Marco Ciatti, Antonio Natali

16,00 €

Aggiungi al carrello

a cura di M. Ciatti e A. Natali
con la collaborazione di P. Riitano

catalogo della mostra: Firenze, Palazzo Medici Riccardi, 23 novembre 2008-1° marzo 2009

brossura cucito
cm 20x22,5; pp. 96
67 illustrazioni a colori

978-88-7461-125-6 italiano

Piovve per mesi e mesi a Firenze nel 1547, e dopo la piena dell’Arno in agosto giunse, a novembre, la frana della costa dei Magnoli. Rovinò così anche palazzo Nasi, dove era custodita la splendida Madonna col Bambino e san Giovannino dipinta da Raffaello per Lorenzo Nasi quarant’anni prima, in occasione delle sue nozze. La devozione che la famiglia nutriva per l’opera, recuperata in pezzi tra il fango e le macerie, evitò che se ne decidesse la distruzione definitiva: il primo restauro fu affidato a un pittore fiorentino che Antonio Natali identifica ora con Ridolfo del Ghirlandaio, coetaneo e amico del grande artista di Urbino.
A cinque secoli di distanza dalla sua esecuzione, la Madonna del Cardellino si è vista restituire con un intervento radicale, reso possibile da tecniche diagnostiche e di restauro all’avanguardia nel mondo, la vertiginosa bellezza delle sue forme e dei suoi colori.
Un saggio di Antonio Natali introduce il lettore al capolavoro di Raffaello e alla sua vicenda storica, mentre l’intervento condotto dall’Opificio delle Pietre Dure è presentato da Marco Ciatti e narrato dalla restauratrice, Patrizia Riitano, con un ampio corredo di immagini, in tutte le sue delicatissime fasi: la diagnostica approfondita, il cauto intervento di pulitura, la meticolosa e sensibile reintegrazione pittorica delle lacune.
Il dipinto, eccezionalmente esposto a Palazzo Medici Riccardi (23 novembre 2008-1° marzo 2009) prima del suo definitivo ritorno alla Galleria degli Uffizi, è affiancato in mostra da «poche, ma eloquenti, opere coeve». La Gravida di Raffaello e la Monaca attribuita a Ridolfo, accompagnata dalla tavola decorata che le faceva da “coperta”, evocano l’affinità fra i due artisti e l’influsso dell’urbinate in ambito fiorentino: un ascendente che con la terracotta invetriata di Girolamo della Robbia derivata dalla Bella giardiniera oggi al Louvre dimostra di travalicare l’ambito del ritratto.

Indice del volume

Presentazioni
Louis Godart
Matteo Renzi
Cristina Acidini
Bruno Santi
Edoardo Speranza
Antonio Natali

Antonio Natali
Madonne fiorentine
Raffaello, amico di Ridolfo

Marco Ciatti
Il progetto di conservazione della Madonna del Cardellino di Raffaello

Patrizia Riitano
La Madonna del Cardellino di Raffaello: l’intervento di restauro

Catalogo

1. Raffaello, Madonna del Cardellino
2. Raffaello, Ritratto di donna (La gravida)
3. Ridolfo del Ghirlandaio, Ritratto di donna (La monaca)
4. Ridolfo del Ghirlandaio, Coperta di ritratto
5. Girolamo della Robbia, Madonna col Bambino e san Giovannino