Nessun prodotto nel carrello

SHOP

LIBRI

Art Shop
Il Grande Museo del Duomo

Ricerca avanzata

prodotti in evidenza

Bronzino

50.00

Quattro progetti

Il nuovo Museo dell'Opera del Duomo. Gae Aulenti, Santiago Calatrava, Gregotti Associati, Adolfo Natalini

Gae Aulenti, Santiago Calatrava, Gregotti Associati, Adolfo Natalini

30,00 €

Aggiungi al carrello

anno di pubblicazione: 2002
brossura cucito con bandelle
cm 24x33,5; pp. 164
144 illustrazioni a colori e in b/n

88-7461-006-8 italiano

Per poco più di un anno, dall’ottobre del 1998 al dicembre del 1999, la sede del Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze è stata oggetto di una profonda opera di ristrutturazione e riordinamento intrapresa dagli architetti Luigi Zangheri e David Palterer: lavori documentati dal volume MOPA. Il nuovo Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore (Firenze 2001).

L’acquisizione, avvenuta nel 1999, di nuovi locali – la sede dell’ex Teatro degli Intrepidi, per decenni adibita ad autorimessa – e la decisa volontà di proseguire nella riorganizzazione delle collezioni del museo hanno indotto il Consiglio di Amministrazione dell’Opera a bandire un concorso internazionale per un nuovo, ancor più radicale riordinamento.

Al vaglio del Consiglio sono passate quattro proposte di ampliamento, presentate dagli studi di Gae Aulenti, Santiago Calatrava, Vittorio Gregotti e Adolfo Natalini. A vincere è stato il progetto dell’architetto spagnolo; ma l’Opera ha comunque deciso di allestire una mostra che desse il giusto rilievo ai contributi di tutti i partecipanti al concorso.

Il presente volume è diviso in tre ampie sezioni. La prima (“L’Opera del Duomo e il suo museo. Ricostruzione storica e rilievi archeologici”) contiene, in qualità di introduzione complessiva e a commento di documenti e rilievi, il saggio di Valerio Tesi L’antica sede dell’Opera, il Teatro degli Intrepidi e il Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore. Note storiche e una nota di Pier Roberto Del Francia sulle Rilevanze archeologiche nell’area del già Teatro degli Intrepidi. La seconda (“Rilievo dello stato attuale e documentazione fotografica”) illustra la condizione presente dei locali e dell’allestimento con l’ausilio di planimetrie, sezioni e fotografie. La terza infine è dedicata all’ampliamento del museo: introdotta da due interventi del Consigliere dell’Opera e Segretario del Comitato Scientifico monsignor Timothy Verdon (Il Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore: storia, caratteristiche e ipotesi di allestimento e Alla ricerca del museo “nuovo”. Senso e iter del concorso indetto dall’Opera di Santa Maria del Fiore), documenta la genesi e lo svolgimento del concorso riproducendo in coda le tavole e le relazioni originali dei quattro concorrenti.