Nessun prodotto nel carrello

SHOP

LIBRI

Art Shop
Il Grande Museo del Duomo

Ricerca avanzata

prodotti in evidenza

Bronzino

50.00

Giovanni Michelucci fotografo

Giovanni Fanelli

 
PRODOTTO ESAURITO

a cura di G. Fanelli

anno di pubblicazione: 2001
brossura cucito con bandelle
cm 24x28; pp. 128
110 illustrazioni in b/n

88-85957-74-9 italiano

Chi abita a Firenze e “vive” la stazione di Santa Maria Novella o scorge dall’autostrada la cresta verde pallido della chiesa di San Giovanni Battista ha esperienza quotidiana, diretta, di due momenti significativi dell’evoluzione artistica di Giovanni Michelucci, l’architetto che forse più di ogni altro in questo secolo ha lasciato la sua impronta su una città diffidente, impegnativa, difficile.

La mostra “Giovanni Michelucci fotografo” (Fiesole, palazzina Mangani, 4-27 maggio 2001), di cui il presente volume costituisce il catalogo, promossa dalla Fondazione Michelucci e curata da Giovanni Fanelli, intende esplorare un lato poco conosciuto della personalità del grande architetto: il suo interesse per la fotografia. Interesse non continuo né sistematico: perché gli scatti di Michelucci non sono mai fini a se stessi, espressione di una ricerca dell’immagine bella per sé, ma piuttosto frammenti di un dialogo mai interrotto con le architetture del passato e del presente, con le città vissute o solo visitate, con il mondo della natura, con i propri cari, con i ricordi; mai solo gli spazi, mai solo gli uomini, ma sempre gli uni e gli altri nei loro rapporti – o meglio nella loro costante ricerca di rapporto. Appunti dunque, ma proprio in quanto tali «rivelatori di precisi interessi o sentimenti e rivelatori di un modo di vedere».

Preceduto da un’introduzione critica di Giovanni Fanelli e da un saggio di Corrado Marcetti, direttore della Fondazione Michelucci, il catalogo è diviso in sette sezioni tematiche: (1) architettura e città: l’insegnamento degli antichi; (2) architettura senza architetti; (3) architettura dei contemporanei; (4) architettura: la propria opera; (5) cronache familiari; (6) la vita delle città; (7) la natura: il mondo organico.