Nessun prodotto nel carrello

SHOP

LIBRI

Art Shop
Il Grande Museo del Duomo

Ricerca avanzata

Animalia

Gli uomini e la cura degli animali nei manoscritti della Biblioteca Medicea Laurenziana

Donatella Lippi

15,00 €

Aggiungi al carrello

a cura di Donatella Lippi

catalogo della mostra: Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, 14 aprile-14 giugno 2014

brossura cucito
14 x 20 cm, 164 pp.
50 illustrazioni a colori

isbn 978-88-7461-226-0 italiano
isbn 978-88-7461-227-7 inglese

La Biblioteca Medicea Laurenziana, nella fortunata serie di pregevoli esposizioni della serie “La Biblioteca in mostra”, offre codici di preziosa fattura, rari esemplari a stampa e oggetti unici che documentano la presenza degli animali nei manoscritti della collezione e sull’evoluzione dell’arte veterinaria. Sono esposti in mostra 36 manoscritti e 2 edizioni a stampa. I manoscritti appartengono prevalentemente al fondo dei Plutei, la collocazione che contraddistingue l’iniziale raccolta medicea della biblioteca. Sono, tuttavia, rappresentati in mostra anche altri fondi della biblioteca, quali l’Ashburnham, il Gaddi, il D’Elci, tutte raccolte di particolare pregio e assoluta unicità. Sono inoltre esposti anche alcuni reperti di animali del Museo di Storia Naturale e originali strumenti di veterinaria d’epoca. Anche l’età moderna è infine delineata dalla presenza dei più famosi trattati di veterinaria del XIX e XX secolo. Il catalogo, al pari della mostra, documenta opere basilari per la storia della veterinaria con particolare attenzione alle fonti classiche e medievali. È un viaggio che passa attraverso gli autori latini di favole, i bestiari medievali, i testi, relativi non solo alla tradizione occidentale, che registrano la presenza di animali fantastici; per poi passare alle opere che, dalla Grecia classica al Rinascimento europeo hanno come tema preciso la cura degli animali. Codici (e volumi a stampa) in esposizione recano affascinantissime miniature (e illustrazioni) che “fotografano” conoscenze tecniche, pratiche curative e interventi chirurgici dall’antichità fino all’Illuminismo.