Cart 0
SPEDIZIONE GRATUITA IN ITALIA SOPRA I 10 €

Agnolo Sbronzino

Figlio di due sbronzi di Riace, Agnolo Sbronzino crebbe amabile come un Lambrusco. Destreggiandosi nella sua arte sulle orme del Pontormo, visse al tempo del Rosso Vermentino, nota celebrità dell’enologia nostrana nonché da sempre migliore amico di Agnolo.
Nonostante la somma gentilezza e il buon manierismo manifestati durante la prima giovinezza, […] Agnolo Sbronzino dovette fare presto i conti con una dura crisi che ne mutò non poco la reputazione […]

Prosegui la lettura

Scaravaggio

Nella sala d’attesa del medico di base Scaravaggio ripensa alla sua infanzia con nostalgia. Da piccolo amava giocare a mosca cieca nel suo giardino, in compagnia degli amici Giove, Nettuno e Plutone. Girando su se stesso intorno a loro come una trottola e con gli occhi bendati, si sentiva un globo terrestre impazzito. Fu proprio in quegli anni che si affacciò in lui la passione per gli insetti […]

Prosegui la lettura

Michelangelo Buonarrosti

“Michelangelo Buonarrosti nacque a Caprese e morì Aroma. Era il proprietario della rosticceria più famosa della città. La nomea dell’attività non si imputava solamente alla bontà dei prodotti che colà si potevano comperare, ma spezialmente a due sue innovazioni in materia culinaria che ne avevano presto dichiarato il successo et espanso a macchia d’olio la fama”. […]

Prosegui la lettura

Leonardo Vinci

“Come tutti i geni e tutti i suoi vicini, Leonardo Vinci viveva in via d’Estinzione a Montecatini Terme ed era figlio unico. Sua madre Jennifer faceva la barista al Caffè Giocondo, che era stato ribattezzato così dopo che la R e il trattino superiore della T della vecchia insegna “Girotondo” si erano fulminati e nessuno aveva più pensato a ripararli”. […]

Prosegui la lettura