L’archivio di Enrico Bianchini, ingegnere e impresario
Un capitolo della storia del cemento armato in Toscana

,

a cura di Gabriella Carapelli

Enrico Bianchini (1903-1971) ha compiuto il suo percorso professionale all’interno della Società per Costruzioni Cementizie degli ingegneri Leone Poggi e Francesco Gaudenzi, dal 1938 SACIP e dal 1950 SACIP & C. Fondamentale nella sua carriera la trentennale collaborazione con l’architetto Raffaello Fagnoni. Specializzato nel calcolo delle strutture in cemento armato, ha partecipato alla progettazione e alla direzione dei lavori di opere quali l’Autostrada Firenze-Mare, con l’arco di protezione per la teleferica di Serravalle Pistoiese, gli stadi di Torino e Lucca, la Scuola di Applicazione per la Regia Aeronautica delle Cascine e la Casa Littoria “Dante Rossi” a Firenze, l’Università degli Studi di Trieste. Dopo la ricostruzione postbellica è intervenuto nella realizzazione di impianti sportivi, edifici di culto, impianti industriali (in particolare cementifici e centrali termoelettriche), piani di edilizia popolare e residenziale.

A partire dal 1999 la Direzione Generale per gli Archivi ha promosso un censimento degli archivi di architettura e ingegneria più significativi nel panorama contemporaneo cui ha partecipato la Soprintendenza Archivistica della Toscana: nel corso di questo lavoro l’archivio di Enrico Bianchini, depositato nel 2004 dagli eredi presso l’Archivio di Stato di Firenze, si è segnalato per ricchezza e complessità dei materiali.

Presentato da Elisabetta Insabato e curato da Gabriella Carapelli, l’inventario dell’archivio è corredato, oltre che da un ricco apparato fotografico, da una breve biografia dell’ingegnere e da un saggio di Mauro Cozzi che introduce la trascrizione dell’«Elenco generale dei lavori» eseguiti fra il 1908 e il 1978 dalla Società per Costruzioni Cementizie, poi Ing.ri Poggi, Gaudenzi & C., SACIP e infine SACIP & C. Prende così corpo un denso capitolo di quella “storia del cemento armato in Toscana” evocata nel titolo del volume: si affacciano in queste pagine volti celebri, grandi opere e aziende centrali nello sviluppo industriale e nella trasformazione delle rete stradale e ferroviaria del paese, mentre sullo sfondo di una trama più minuta, intessuta di mutamenti nella toponomastica, compaiono interventi nell’edilizia residenziale o commissioni per produttori agricoli ed esercizi commerciali, in un insieme che delinea nuovi paesaggi extraurbani e nuove emergenze nella fisionomia delle città.

Eur 22,00

Peso 0.4 kg
Dimensioni 17 × 24 cm
Pagine

160

Rilegatura

Brossura cucito

Illustrazioni

45 in b/n

Lingua

Italiano

ISBN

88-7461-087-4