Han Yuchen. Il regno della purezza a Palazzo Medici Riccardi 3 Luglio 2019 – Edito in: Eventi – Autore: Francesca Mazzotta

Venerdì 5 luglio avrà inizio a Palazzo Medici Riccardi una mostra davvero inedita, non solo per la remota identità culturale dell’autore che ospita, lontana nello spazio e nella mente, ma anche per la scelta da parte dell’autore stesso di un soggetto altrettanto misterioso e inesplorato. La mostra, curata da Cristina Acidini e intitolata Han Yuchen. Il regno della purezza, racconta l’opera pittorica del cinese Yuchen e nasce da un’idea di Xiuzhong Zhang, Presidente della Zhong Art International e personaggio votato a mantenere vivo il dialogo interculturale tra Italia e Cina. La selezione dell’opera di Yuchen presso Palazzo Medici Riccardi consiste in tele eseguite mediante pittura a olio e incentrate su un unico tema, un unico inquadramento spaziale: la regione autonoma del Xizang, cioè “Zang occidentale”, ovvero il cosiddetto Tetto del mondo, il Tibet. Tale regione, che sempre attrasse l’occhio di Yuchen in quanto regno incontaminato e popolato d’esistenze innocenti, emerge nei suoi quadri sotto forma di sguardi smarriti di gente comune, paesaggi malinconici e deserti, animali dalle sagome soffuse. La mostra sarà aperta fino a domenica 28 luglio.

Han Yuchen, Sotto il sole, olio su tela, 2015

Han Yuchen, Sotto il sole, olio su tela, 2015

Han Yuchen dal 1966 si reca in Tibet decine di volte per raccogliere idee e produrre schizzi paesaggistici. I suoi dipinti e le sue fotografie hanno vinto numerosi premi e sono stati ospitati da istituzioni politiche e artistiche in patria e all’estero.

Attualmente è deputato al Congresso Nazionale del Popolo della Repubblica Popolare Cinese, membro onorario dell’Associazione degli artisti cinesi del comitato artistico della pittura a olio, professore emerito dell’Accademia delle Belle Arti Repin in Russia, membro del Comitato onorario della pittura a olio dell’Associazione degli artisti cinesi, membro dell’Associazione dei calligrafi cinesi, vice presidente dell’Associazione dei calligrafi di Hebei, membro dell’Associazione dei fotografi cinesi, membro dell’Associazione dei distici cinesi e presidente del gruppo Handan Yangguang.