Inganni ad arte
Meraviglie del trompe-l’œil dall’antichità al contemporaneo

,

a cura di A. Giusti

catalogo della mostra: Firenze, Palazzo Strozzi, 16 ottobre 2009-24 gennaio 2010

Il motivo del trompe-l’œil, l’inganno ottico, attraversa tutta la storia dell’arte occidentale, a partire dal mondo classico e dalla leggendaria gara che oppose Zeusi e Parrasio. Le diverse espressioni artistiche – la pittura in primis, ma anche la scultura e le arti applicate – non hanno mai smesso di cimentarsi con l’intrigante sfida della mimesi: basti pensare, tra gli altri, agli armadietti semiaperti delle tarsie lignee rinascimentali, ai piani di lavoro su cui scagliola e pietre dure dispongono assortimenti di oggetti dall’apparenza tridimensionale, alle porcellane che travestono zuppiere e suppellettili da ortaggi, alla ceroplastica sette e ottocentesca di forma anatomica o botanica.
Il ricchissimo catalogo della mostra, curato da Annamaria Giusti, è introdotto da saggi di Cristina Acidini, Sybille Ebert-Schifferer, Fauzia Farneti, Marc Fumaroli, Miriam Milman, Mark D. Mitchell e Jan Muylle che indagano il tema della finzione del vero in tutta la sua trasversalità, fra pittura, scultura e architettura.
A questi si affianca l’analisi delle opere esposte, divise in dieci sezioni: le schede coprono un arco cronologico che va dal I secolo a. C. alla contemporaneità, dall’arte pompeiana alle resine poliacriliche e agli ologrammi, passando attraverso la pittura di genere fiamminga, con i capolavori di Cornelis Norbertus Gijsbrechts, spaziando dalle arti applicate alle sperimentazioni di artisti come Mantegna, Tiziano, Tintoretto, Velázquez, Tiepolo.

Versione digitale disponibile su 
ita > http://digital.casalini.it/9788874615063
eng > http://digital.casalini.it/9788874615056

Eur 100,00

Svuota
Peso 2 kg
Dimensioni 24.5 × 29 cm
Pagine

320

Rilegatura

Brossura cucito con bandelle

Illustrazioni

238 a colori

Lingua

Inglese, Italiano

ISBN

978-88-7461-139-3 (ita), 978-88-7461-140-9 (eng)