Karl Stengel tra figurazione e astrazione

,

a cura di Vito Abba

Catalogo della mostra: Pinacoteca Comunale “Antonio Sapone”, Palazzo San Giacomo, Gaeta, 3 luglio-25 agosto 2022

La mostra Karl Stengel, tra figurazione e astrazione, nelle sale di Palazzo San Giacomo, a Gaeta, porta in primo piano l’opera di un artista dall’identità inconfondibile e tuttavia dalle forti radici culturali nella storia dell’arte del Novecento, dalla sperimentazione informale americana ed europea del dopoguerra guardando indietro all’espressionismo tedesco.

Karl Stengel, ungherese, fu prigioniero di guerra in un campo di lavoro forzato in Siberia, dove scoprì la vocazione artistica. Presente nelle sue opere è il richiamo alla letteratura: disegni – in mostra – in cui possiamo riconoscere riferimenti a Blaise Cendrars, Charles Bukowski e autori coevi. O ancora alla musica, con tratti di pastello a olio o pennellate di acrilico che sembrano inseguirsi come le note su uno spartito.

Le quarantanove opere selezionate sono testimoni di un percorso tra figurazione e astrazione, che si muove tra opere magmatiche accese di colore puro, silhouette senza volto, disegni di piccole dimensioni, fortemente figurativi.

Eur 25,00

Peso 0,3 kg
Dimensioni 20 × 22,5 cm
Pagine

80

Rilegatura

Brossura cucito

Illustrazioni

50 a colori e 5 in b/n

Lingua

Italiano

ISBN

978-88-7461-599-5

Anno