Il Museo di Anatomia Patologica: reperti modelli anatomici in cera 4 Marzo 2019 – Edito in: Prossime uscite

In un volume sono raccolte le descrizioni dei circa 2000 reperti chirurgici e autoptici relativi alla pratica medica quotidiana conservati presso il Museo Patologico situata presso la Sezione di Anatomia Patologica dell’Università di Firenze nel complesso ospedaliero di Careggi.

Veri e propri “beni culturali”, i preparati rappresentano una risorsa per la ricerca medico-scientifica nell’ambito delle collezioni museali, anche in virtù della possibilità di una puntuale contestualizzazione storica, inclusiva degli aspetti epidemiologici e del sapere medico del tempo, nonché di frammenti delle storie personali dei pazienti.

Le raccolte di preparati anatomici e anatomo-patologici hanno rappresentato per migliaia di studenti, medici e ricercatori la prima opportunità loro concessa di osservare da vicino e in dettaglio la morfologia normale e patologica di un organo o un apparato. La collezione di preparati anatomici del Museo Patologico di Firenze abbraccia tutti i campi di studio dell’anatomia patologica, comprendendo quadri malformativi, flogistici e tumorali.

Particolare vanto del Museo è la raccolta di cere anatomiche: 115 riproduzioni in cera, opera in gran parte di Giuseppe Ricci e, in minor misura, di due talentuosi artisti afferenti al laboratorio della Specola, Luigi Calamai e il suo allievo Egisto Tortori. Nata dalla difficoltà di garantire un’adeguata conservazione dei campioni tissutali, dall’altra dalla necessità di far conoscere ai giovani medici importanti quadri anatomo-patologici, la ceroplastica medico-scientifica si impone per il suo valore artistico – come è ammirabili nelle immagini a colori presenti nella pubblicazione – e forma un altro tassello di quel connubio fra Arte e Scienza che sin dal Rinascimento ha marchiato a fuoco la cultura fiorentina.

Lungi dal rappresentare un campionario di oggetti destinati all’oblio, i preparati del museo di Anatomia Patologica sono a oggi in grado di fornire innumerevoli linee didattiche e di ricerca

Museo di Anatomia Patologica di Firenze

Museo di Anatomia Patologica di Firenze

Il museo di Anatomia Patologica dell’Università degli Studi di Firenze

a cura di Gabriella Nesi

brossura cucito
21 × 27 cm, pp. 276
40 illustrazioni a colori e 9 in b/n
isbn 978-88-7461-229-1 ita

€ 50,00

« Voci di donne: la storia esemplare di Erinna e Baucide
Bedriska nelle parole di Kate McBride »