Per Filippo Baldinucci. Storiografia e collezionismo a Firenze nel secondo Seicento

, ,

a cura di Elena Fumagalli, Massimiliano Rossi e Eva Struhal

I contributi contenuti nel volume rappresentano un’inedita riflessione sulla figura del grande storico dell’arte, fin qui non ancora apprezzato e riconosciuto nel suo vero ruolo di letterato moderno, capace di offrire un quadro ancor poco noto della cultura fiorentina, e non solo, di fine Seicento. La centralità di Baldinucci nel panorama culturale contemporaneo è legata strettamente alla sua opera, Notizie de’ professori del disegno, in cui compare – tra le altre – la prima biografia di Gian Lorenzo Bernini.

Per comprendere pienamente il ruolo di Baldinucci, però, non è possibile prescindere da una riflessione anche su Apollonio Bassetti (1631-1699), Canonico della basilica di San Lorenzo. Al Bassetti noto più per il collezionismo di disegni ed epigrafi antiche, la pubblicazione – attraverso l’inedita trascrizione dell’inventario della sua casa redatto di sua mano – restituisce la completezza di una immane raccolta, composta anche da sculture, avori, bronzetti, medaglie…

Proprio per questo filo, che lega i protagonisti degli studi, il volume è diviso in due sezioni: la prima dedicata a una puntuale lettura dei testi di Baldinucci, volta a disegnare il profilo intellettuale dell’uomo ma anche il contesto culturale entro cui visse, la seconda incentrata su Apollonio Bassetti collezionista.

Eur 40,00

Peso 0.7 kg
Dimensioni 17 × 24 cm
Pagine

304

Rilegatura

Brossura cucito

Illustrazioni

40 in b/n

Lingua

Italiano

ISBN

978-88-7461-547-6